home operatori del centro attivitą svolte galleria multimediale lettera alle famiglie


Relazione sull’attività dell’Ente.


La Fondazione è nata il 12.2 09, costituita da un gruppo di famiglie di soggetti diversamente abili.Suo fine è il recupero e la riabilitazione cognitiva e comportamentale dei disabili e quello di affrontare il drammatico problema del “dopo di noi “ escludendo il ricorso alle case “protette”, ma realizzando strutture “aperte” come le case famiglie o i gruppi appartamenti.

Nella sua attività di recupero cognitivo e comportamentale la Fondazione ha realizzato alcuni laboratori, da quello delle attività cognitive, mettendo in pratica il metodo di Reuven Feuerstein, a quelle di pittura e disegno, da quelle di attività motorie a quelle della musica e  della danza,da quelle del teatro e cinema a quelle della P.E.T. Therapy e dell’ippotherapia.

Ma soprattutto la Fondazione  punta, per il suo fine, ad attività lavorative: il lavoro è visto non come attività manuale fine a se stesso, ma come strumento di sviluppo cognitivo e comportamentale e, anche come strumento  ,atto a coniugare recupero ed inclusione, senza la quale il recupero sarebbe vano

Perciò la Fondazione, che possiede delle ampie serre , datale dalla Comunità Montana del Pollino. ha iniziato un progetto di coltivazione di fiori e di piante officinali del Pollino. 

Lo scopo di tale attività è sia quello di conoscere le piante e di apprendere le caratteristica di una attività, ma è anche quella di creare o inserirsi in micro circuiti commerciali, che permettano ai soggetti disabili di entrare stabilmente in relazione con la società in mezzo a cui vivono.

Lo stesso fine e la stessa filosofia regge la seconda delle attività manuali: un laboratorio di modellistica e della cartapesta. Castrovillari è il centro di una importante manifestazione culturale: il carnevale del Pollino, che ancora non ha prodotto tutte le sue potenzialità.

La Fondazione vuole dare vita a dei carri allegorici, che sfilino a Carnevale, per favorire la creazione dell’arte minore della cartapesta e permetta ai ragazzi di apprendere la tecnica e attraverso questa di avviare e un percorso di recupero cognitivo e comportamentale, ma anche un’altra occasione di inserimento nel tessuto sociale della realtà castrovillarese

In sostanza con le attività delle serre (coltivazione dei fiori e delle piante officinali del Pollino, si pensi alla lavanda e alla confezione di sacchetti di tale piante per combattere le tarme) e con il progetto della modellistica e della cartapesta si vuole realizzare un percorso di inclusione e di riabilitazione cognitiva e comportamentale 


Castrovillari, 2 gennaio 2009


Il Presidente della Fondazione “il Filo d’Arianna” 

Antonio Di Diego


home
operatori del centro
attivitą svolte
galleria multimediale
lettera alle famiglie
iscrizione
chi siamo/contatti
come raggiungerci
sponsor
link utili
 



Contatti

IMG_0001













Presidente
Prof. Antonio Di Diego

Numero di Telefono:
0981/28195
392/2998143
389/3135299


Email:
antoniodidiego@tiscali.it







 
Site Map